Il suino vivo supera gli 1,90 euro/kg (+ 22% da fine maggio)

2022-08-05T08:01:01+02:005 Agosto 2022 - 08:01|Categorie: in evidenza, Salumi|

Parma – È servita una settimana di “pausa”, con il non quotato del 28 luglio, ma alla fine gli allevatori italiani possono archiviare il 4 agosto 2022 come data storica: per la prima volta il suino vivo italiano supera gli 1,90 euro/kg. Per la precisione, il maiale pesante Dop raggiunge la quotazione di 1,914 euro/kg. Tradotto in percentuale, si tratta di un +2,9% rispetto all’ultima quotazione di due settimane fa, e di un incredibile +22% rispetto a fine maggio, quando la quotazione aveva toccato il fondo del rimbalzo negativo di primavera: per capire l’entità di questa crescita, diamo il tasso di aumento nello stesso periodo del vivo spagnolo: 9%.

Da festeggiare c’è ben poco. Pochi giorni fa, il presidente Fnp Suini di Confagricoltura, Rudy Milani, denunciava una grave crisi finanziaria dei primi anelli della filiera. Ma anche l’industria, in questo momento, conta le sue vittime. Sono soprattutto le aziende piccole, con un fatturato inferiore ai 10 milioni di euro, a subire la duplice pressione dei costi sempre più alti da un lato e del muro di gomma che spesso la distribuzione oppone alle richieste di adeguamento dei listini. In queste settimane, ci sono stati diversi casi di procedure pre-fallimentari per questa tipologia di azienda.
Torna in cima