Motta, è polemica sui social per gli spot con la Fatina del Buondì

2022-12-02T16:42:59+01:002 Dicembre 2022 - 16:28|Categorie: Dolci&Salati|Tag: , , , , |

Verona – Bauli, l’azienda veronese proprietaria del marchio Motta, è da qualche giorno oggetto di critiche sui social per la propria campagna pubblicitaria dei Buondì. Le accuse mosse da alcuni utenti vanno dal sessismo all’istigazione alla violenza e al femminicidio.

Lo spot ‘incriminato’ mostra una famiglia riunita per la colazione alle prese con una fatina che cerca di trasformare la brioche con la magia in maniera un po’ insistente, tanto da scatenare la reazione di mamma, papà, e bimbi che, a turno, la schiacciano con le mani o con diversi oggetti.

Ecco, quindi, che sulle pagine social di Buondì Motta, accanto a coloro che hanno apprezzato l’ironia degli spot definendoli “geniali”, fioccano anche le critiche: da chi lamenta presunti attacchi di panico per la fatina schiacciata, ad associazioni che accusano la pubblicità di istigare al femminicidio: “Il messaggio veicolato è chiaro: se una donna è fastidiosa, parla troppo, insiste su qualcosa, è giusto ucciderla”, scrivono.

L’azienda, dal canto suo, prova a replicare con ironia sui social: “Sfatiamo questo mito: un Buondì non ha mai fatto del male a nessuno. Nessuna fatina è stata realmente danneggiata per la realizzazione di questi spot”.

Torna in cima