Reggio Emilia dice no al magazzino di Nuova Castelli. E il patron Bigi pensa a uno spostamento dell’azienda

2013-11-07T12:17:42+01:007 Novembre 2013 - 12:05|Categorie: Formaggi|Tag: , , |

Reggio Emilia – Dopo un lungo braccio di ferro è arrivato il no definitivo della provincia di Reggio Emilia alla costruzione del maxi magazzino per la stagionatura di parmigiano reggiano, fortemente voluto da Dante Bigi, patron di Nuova Castelli, per un investimento di 60 milioni di euro. Diverse le ragioni del rifiuto, legato a perplessità di tipo economico e urbanistico ma, soprattutto, agli equilibri della delicata, secondo la provincia, filiera del parmigiano reggiano. L’accusa per Bigi, infatti, è quella di voler stagionare nella nuova struttura anche formaggi duri prodotti all’estero. A questo punto il patron di Nuova Castelli sta lavorando per spostare il progetto, e anche la sede della propria società, in una provincia diversa, che acconsenta alla costruzione del magazzino. “Porterò in dote 200 posti di lavoro”, promette Bigi.

Torna in cima