Anas: nel primo trimestre cala l’import di suini vivi (-24,3%). Cresce l’export di carne lavorata (+11,3%)

Roma – Nel primo trimestre dell’anno è diminuito l’import di suini  vivi. Secondo i dati forniti oggi da Anas (l’Associazione nazionale degli allevatori suini), su elaborazione di dati Istat, tra gennaio e marzo 2012 sono state importate circa 10mila tonnellate di suini vivi, per un valore pari a 18 milioni e 700mila euro, registrando un calo del 24,3% a volume e del 7,4% a valore, rispetto al 2011. In aumento, invece, le esportazioni di carni lavorate (carni secche o affumicate, salumi e insaccati, prosciutti e carni salate). Che hanno registrato una crescita dell’11,3% a volume e dell’11,9% a valore, rispetto al 2011. Nel primo trimestre, infatti, sono state esportate oltre 31mila tonnellate di carni lavorate, per un valore pari a oltre 240milioni di euro. (ML)

 


ARTICOLI CORRELATI