Aviaria: il ministero della Salute presenta piano di sorveglianza

Roma – È stato presentato il nuovo piano di sorveglianza per l’influenza aviaria, valido su tutto il territorio nazionale per il 2017 e da portare a termine entro e non oltre il 31 dicembre. Il Ministero ha individuato alcune province da sottoporre a monitoraggio con frequenza elevata: Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena e Ravenna in Emilia Romagna; Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova e Milano in Lombardia; Asti, Cuneo, Torino e Vercelli in Piemonte; tutto il Veneto esclusa la provincia di Belluno. Il metodo di sorveglianza da attuare nel 2017 prevede prelievi periodici sugli animali ed è stato definito considerando vari fattori: l’ubicazione delle aziende avicole in zone ad alta densità di volatili selvatici migratori, la presenza di aree ad alta densità di aziende avicole, le caratteristiche strutturali e gestionali del sistema produttivo avicolo, la situazione epidemiologica presente e pregressa, il flusso e la tipologia di scambi commerciali, la tipologia produttiva e le misure di biosicurezza degli allevamenti commerciali di specie a rischio.


ARTICOLI CORRELATI