B2Cheese (1): 130 aziende presenti alla prima edizione. A Bergamo, il 17 e 18 ottobre

Bergamo, capitale europea dei formaggi grazie alle nove Dop casearie e candidata come Città Creativa dell’Unesco per la gastronomia, il 17 e 18 ottobre ospiterà B2Cheese, la prima fiera interamente dedicata ai professionisti del settore lattiero caseario. La kermesse si presenta con un inedito format, nei padiglioni della Fiera di Bergamo, che unisce business, esposizione e cultura. L’evento è stato presentato questa mattina a Milano, nel corso di una affollata conferenza stampa (foto), alla presenza, tra gli altri, del sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, e dell’assessore all’Agricoltura di regione Lombardia, Fabio Rolfi. La formula di B2Cheese è semplice e “senza fronzoli”, con stand preallestiti uguali per tutti, concepita per creare opportunità di business senza appesantire le aziende con alti costi di partecipazione. Un intero padiglione della fiera per 130 aziende (90% italiane e 10% estere, tra cui spagnoli e giapponesi), a rappresentare tutta la gamma della produzione casearia italiana, con un piccola panoramica anche su alcune realtà straniere. Gli espositori e i visitatori presenti in fiera potranno utilizzare l’applicazione Cheese Hunter, un programma di matching che dà la possibilità alle aziende di presentare se stesse e i propri prodotti su una piattaforma digitale, tramite la quale le centinaia di buyer già accreditati potranno selezionare e organizzare gli appuntamenti con gli espositori. B2Cheese, che ospiterà anche i World Cheese Awards 2019, è uno degli eventi organizzati all’interno della più ampia manifestazione Forme, che si svolgerà a Bergamo dal 17 al 20 ottobre, aperta al grande pubblico e con un ricco calendario di appuntamenti, convegni e workshop distribuiti tra il polo fieristico e la Città Alta.


ARTICOLI CORRELATI