Castelfrigo, i vertici delle cooperative assenti al primo incontro in Regione

Castelnuovo Rangone (Mo) – Al primo incontro in Regione Emilia Romagna dedicato alla vicenda Castelfrigo, dove sono a rischio 127 lavoratori, i vertici delle due cooperative coinvolte non si sono presentati. E’ accaduto giovedì 9 novembre. “Non siamo di fronte ad una normale crisi aziendale”, ha commentato l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi. “La mancata presenza delle due cooperative è un atto gravissimo di sfregio alle istituzioni e ai soci lavoratori e alle loro organizzazioni. Da parte mia attiverò tutto quanto necessario affinché i vertici delle cooperative rendano conto della scorrettezza imprenditoriale e della loro irresponsabilità. La Regione chiederà il ritiro dei licenziamenti e l’attivazione di tutte le forme di salvaguardia del reddito dei lavoratori”. Inoltre, come riporta rassegna.it, i rappresentanti dei lavoratori sono andati presso le sedi delle due cooperative (Ilia D.A. e Work Service) e si sono trovati davanti a una casa di campagna con 22 campanelli di coop “fantasma”. “Qui riceviamo e smistiamo solo posta e non ho mai visto i presidenti delle vostre cooperative”, ha risposto un’impiegata.

 

Tags: ,