DIRETTA EUROCARNE
I primi commenti

Verona – Si è chiuso ieri il primo giorno di lavoro a Eurocarne ed ecco i primi commenti dalla viva voce dei protagonisti. Stefano Remedi (Frigomeccanica): “Giornata positiva direi. Abbiamo incontrato alcuni importanti clienti e posto le basi per collaborazioni future. Il grosso del lavoro ci sarà nelle giornate di giovedì e venerdì. Domenica non ci sarà nessuno. Ci toccherà vedere il Gran Premio alla televisione. Forse varrebbe la pena ripensare alle date di svolgimento”. Luca Travaglini (Travaglini): “Un voto secco: 7. Eurocarne, per ora, promossa sul campo”. Emilia Arosio (Assofoodtech e Eurocarne): “E’ ancora troppo presto per esprimere un giudizio. Sono comunque contenta della risposta delle aziende. Ci aspettano due giorni di grande lavoro. Almeno, così spero”. Tommaso Iozzelli (Iozzelli): “Ci sono pochi buyer esteri. Credo che Eurocarne sia ancora un’oottima fiera per quanto riguarda il mercato interno, ma sia un po’ carente per quanto riguarda la presenza internazionale”. Rita Dal Maso (Risco): “Gente se n’è vista. E molto interessata. Adesso si tratta solo di concretizzare il business”. Giovanni Bolzacchini (Inox Meccanica) : “Dopo Alimentaria e Cibus, ecco Eurocarne. Mi sembra troppo. Le date di svolgimento di Eurocarne vanno assolutamente ripensate. Occorre studiare una strategia che individui una sola grande fiera l’anno”. Andrea Motta (Tecno Pack): “Siamo presenti per la prima volta. Il giudizio sinora è positivo”. Luca Turci (Società Cooperativa Bilanciai): “La mattinata è stata molto intensa. Pochi i buyer stranieri”. Paolo Martino (Mapa). “Anche per noi è la prima volta. Siamo molto soddisfatti”.
(AF)