Emilia centrale e bassa Lombardia “Patrimonio mondiale dell’Unesco”

Reggio Emilia – “Patrimonio mondiale immateriale” dell’Unesco. È questo il riconoscimento che punta a ottenere il territorio dell’Emilia centrale e bassa Lombardia. Il progetto sarà presentato venerdì 1 marzo all’Università di Modena e Reggio Emilia, assieme a uno studio che evidenzia le peculiarità di questa zona. “L’iniziativa parte dalla considerazione che il territorio rappresenta un unicum particolare, caratteristico e complesso”, ha spiegato Silvio Cari Gallingani, curatore dell’iniziativa per il club Unesco di Reggio Emilia. Ad aprire l’incontro ci sarà Giuseppe Alai (nella foto), presidente del Consorzio del parmigiano reggiano. (FB)


ARTICOLI CORRELATI