ESTERI
Germania, stabili produzione e consumo di carne

Roma – Lieve aumento di fatturato per l’industria della carne in Germania, che nel 2015 ammonta a un totale di 18 miliardi di euro (+0,7%), secondo quanto riportato dall’agenzia Ice. Anche la produzione ha registrato una certa stabilità, +0,3%, per 8,2 milioni di tonnellate. A crescere è stata soprattutto la carne di maiale, che ha ormai raggiunto una quota del 67%, seguita al pollame (18%), dalle carni bovine (14%) e da quelle ovine (0,3%). La produzione tedesca di insaccati ha registrato nel 2015 un aumento del 3,9% per un totale di 1,5 milioni di tonnellate. L’aumento più consistente in questo segmento va ricondotto alla produzione di salsicce a carne cotta (+5,8%). Anche nel primo semestre 2016 la produzione di carne in Germania ha registrato un andamento stabile rispetto ai primi sei mesi del 2015. Nello specifico, la produzione di carne di maiale ha visto un calo dello 0,3%, per un totale di 2,7 milioni di tonnellate, mentre quella di carne bovina ha registrato un aumento dello 0,8%, per un totale di 550.200 tonnellate. In aumento anche la produzione di carne di pollame, con 758mila tonnellate (+0,5% rispetto al primo semestre 2015). Notevole incremento, durante il primo semestre 2016, della produzione di carne di capra (+6,8%), di agnello (4,5%) e di pecora (+4,4%), per un totale rispettivamente di 8.700 , 1.500 e 200 tonnellate.


ARTICOLI CORRELATI