Federalimentare: “Niente deroghe al Jobs Act, nella discussione sul Ccnl”

Roma – Il Jobs Act torna al centro del dibattito sul Contratto collettivo nazionale per l’industria alimentare, ma solo per esserne escluso. Con un comunicato diffuso ieri, Federalimentare si dice, per la seconda volta negli ultimi mesi, totalmente indisponibile a inserire una deroga alla legge, nel discussione sul contratto. La nota è stata diffusa, in risposta alle dichiarazioni dei sindacati, che lamentavano la lentezza dei colloqui: “Se non si è entrati ancora nel merito ‘approfondito e conclusivo’ della contrattazione, come sostiene il Sindacato”, spiega il vicepresidente di Fedealimentare, Leonardo Colavita. “È perché Fai, Flai e Uila hanno voluto mettere sul tavolo l’unica cosa che la Federazione ha sempre detto essere non transitabile. E cioè, richieste che impattino sul Jobs act”. I prossimi incontri per il rinnovo del Ccnl sono previsti per il 26 e il 29 ottobre.