Forlini: “Ue concede nuove quote di carne avicola a Ucraina, governo tuteli made in Italy”

Roma – Antonio Forlini, presidente Unaitalia, lancia un appello: “Dopo aver beneficiato degli accordi di libero scambio, ora l’Ucraina è sul punto di siglare un accordo con l’Unione Europea che le consentirà di aumentare di ben 50mila tonnellate la propria quota di carne avicola da mettere sul mercato Ue” e chiede al governo “Maggiore attenzione e far sentire con più chiarezza la voce dell’Italia in Europa,  a difesa di una filiera totalmente made in Italy”. Insorge Avec, associazione europea dei produttori avicoli che ha definito deplorevole che le imprese ucraine siano addirittura ricompensate con delle quote extra di produzione avicola. Come spiega Antonio Forlini “Oltre al danno, subiamo la beffa di vedere finanziato con i soldi dei contribuenti europei e italiani proprio chi aggira le regole del mercato europeo, traendone un notevole vantaggio competitivo, a danno delle nostre produzioni.”


ARTICOLI CORRELATI