I Nas sequestrano 100 tonnellate di falso bio

Roma – Oltre 100 tonnellate di cibo bio irregolare sequestrato e 1.500 confezioni di alimenti non idonei alla commercializzazione. Sono i risultati dei 186 controlli effettuati tra marzo e maggio dai carabinieri dei Nas. Sono state accertate 31 irregolarità presso altrettante aziende ed esercizi commerciali, in tutto 49 violazioni amministrative, con sanzioni complessivamente di 55mila euro. Tra gli interventi più importanti, i Nas hanno sequestrato 1.950 kg di materie prime (farine biologiche di vario tipo) a Treviso, tutte scadute. Nel maggio scorso hanno disposto la chiusura di un’azienda della provincia di Milano, attiva nella produzione di alimenti per la prima colazione a base di cereali provenienti da agricoltura biologica e tradizionale, a causa di una estesa infestazione di roditori presenti nei locali di produzione e magazzino. Altri controlli hanno riguardato Forlì-Cesena, Aosta, Brescia e altre province.


ARTICOLI CORRELATI