Il Forteto: Rodolfo Fiesoli condannato in via definitiva

Roma – La quarta sezione penale della Cassazione ha rigettato il ricorso presentato dai legali di Rodolfo Fiesoli (in foto), 78 anni, fondatore del Forteto. Diventa così definitiva la condanna a 14 anni e dieci mesi per i fatti accaduti nella comunità per minori disagiati di Vicchio del Mugello, in provincia di Firenze, al centro di una vicenda di maltrattamenti e abusi (leggi qui). Definitiva anche la condanna a sei anni e quattro mesi per Daniela Tardani, una delle madri affidatarie. Il commissario del Forteto, Jacopo Marzetti, commentando la sentenza ha dichiarato: “Mi auguro vivamente di essere audito dalla nascente commissione parlamentare d’inchiesta nazionale sul Forteto che, spero anche a seguito della sentenza di oggi, si insedierà quanto prima e sarà in grado di evidenziare le responsabilità non solo degli autori di reato ma anche di tutto quel sistema che ha portato a 40 anni di ingiustizie nei confronti di minori”.


ARTICOLI CORRELATI