Latte, Lombardia: l’assessore all’Agricoltura Rolfi convoca un tavolo in regione

Milano – Acque agitate nel mercato del latte. Nei giorni scorsi, infatti, Italatte (società del gruppo Lactalis) ha inviato una lettera ai suoi fornitori in riferimento al prezzo del latte da aprile 2019. Le quotazioni del primo trimestre, infatti, sono risultate fra le più alte degli ultimi anni, con un elevato differenziale rispetto ai prezzi dei principali mercati. Una situazione, rileva Italatte, che rende difficile la gestione in termini di competitività nazionale ed internazionale, soprattutto nel difficile contesto del mercato dei primi mesi del 2019. Pertanto, secondo l’azienda è necessario procedere alla riduzione retroattiva del prezzo del latte a 40 centesimi al litro da aprile 2019, contro i 41,5 previsti. Una scelta che ovviamente non piace alle organizzazioni agricole, in primis Confagricoltura e Coldiretti. L’assessore lombardo all’Agricoltura, dal canto suo, ha convocato un tavolo di confronto fra le diverse associazioni di categoria, martedì 14 maggio. “È stato un incontro costruttivo”, ha commentato l’assessore. “Ho condiviso con gli attori della filiera la proposta di iniziare un percorso comune che possa portare a stabilire un parametro di indicizzazione regionale del latte. Chiaramente la Regione Lombardia non può intervenire su contratti privati di fornitura, ma il Tavolo istituzionale vuole essere un momento di confronto con l’obiettivo di arrivare a scelte condivise”.


ARTICOLI CORRELATI