Guerra del latte (1): proteste degli allevatori nelle sedi Lactalis di Lodi e Pavia

Milano  – Non accennano a placarsi le tensioni sul mercato del latte, che registra quotazioni in ribasso ormai dall’inizio del 2015. L’attuale remunerazione, secondo quanto denunciano gli allevatori, non copre nemmeno i costi di produzione alla stalla. Per questo motivo, Confagricoltura Lombardia e Coldiretti hanno indetto due manifestazioni, in due diverse sedi del colosso francese Lactalis. Confagricoltura, infatti, organizza da oggi un presidio presso lo stabilimento di Lactalis a Corteolona, in provincia di Pavia, che si protrarrà fino al tardo pomeriggio di mercoledì 11 novembre, con la partecipazione di allevatori provenienti da tutta la Lombardia e la presenza delle delegazioni delle Federazioni regionali di Confagricoltura dell’Emilia Romagna, del Piemonte e del Veneto. Il presidio Coldiretti, invece, è iniziato sabato 7 novembre (foto) presso lo stabilimento Lactalis di Ospedaletto Lodigiano e proseguirà ad oltranza.


ARTICOLI CORRELATI