Latte Uht: cresce in Cina l’interesse per quello italiano

Peschiera del Garda – Nel corso di un incontro organizzato ieri da Assocaseari a Peschiera del Garda, per analizzare dati e tendenze del mercato mondiale in collaborazione con gli esperti di Clal.it, è emerso, tra gli altri, un dato siginificativo rispetto alle esportazioni italiane di latte Uht in Cina. In questo Paese, infatti, si registra da qualche tempo un incremento del consumo di latte alimentare. Tanto che le esportazioni sono passate da 30mila tonnellate nel 2011 a oltre 79mila nel 2012, per un incremento pari al 165,63%. Il principale player di questo comparto, in Cina, è la Germania, sul podio con oltre 37mila tonnellate, seguita da Nuova Zelanda (16.132) e Australia (12.981). L’Italia nel 2012, ha raggiunto le 318 tonnellate, per una crescita del 726.80% rispetto al 2011 (38 tonnellate). Ma, secondo i rumors, dall’inizio del 2013 i quantitativi sono cresciuti ulteriormente, grazie alla fiducia che le aziende italiane stanno conquistano in Cina, anche in virtù degli elevati standard di sicurezza alimentare che possono vantare. Secondo gli operatori di mercato sarebbero molti i compratori cinesi in contatto, in queste settimane, con importanti realtà del nostro Paese.

(AR)

Tags: , ,

ARTICOLI CORRELATI