Nuova direttiva europea sull’etichettatura del miele

Bruxelles – Il Consiglio europeo ha approvato la nuova direttiva europea che prevede l’indicazione “del Paese o dei Paesi d’origine in cui il miele è stato raccolto”
sull’etichetta delle confezioni vendute nella Ue. Quanto all’eventuale presenza di polline Ogm nel miele, l’informazione dovrà essere riportata sull’etichetta del prodotto solo se la presenza è superiore allo 0,9% (come per tutti gli altri alimenti). L’etichetta sull’origine si applicherà dal 24 giugno 2015, per permettere ai commercianti di esaurire le scorte del prodotto che riporta le vecchie etichette. Ogni anno l’Unione europea importa circa 140mila tonnellate di miele dai Paesi terzi – tra i primi fornitori figura la Cina – il 40% del consumo totale.


ARTICOLI CORRELATI