Parmigiano reggiano: oggi la ratifica dei nuovi consiglieri. Sconfitta del mondo cooperativo

Reggio Emilia – Potrebbe essere in arrivo un vero e proprio terremoto, per il Consorzio del parmigiano reggiano. La lista Caseifici Liberi, guidata dall’imprenditore Nicola Bertinelli (foto), ha sparigliato le carte, ottenendo a sorpresa l’appoggio delle sezioni di Parma e Reggio Emilia, che hanno eletto i candidati indipendenti della compagine guidata dal patron dell’Azienda Agricola Bertinelli (leggi qui). Salvo colpi di scena dell’ultima ora, quindi, dovrebbe essere proprio Bertinelli il nuovo presidente del Consorzio di tutela del parmigiano reggiano. Fatale, per il presidente uscente Bezzi, sarebbe stata la strategia di alleanza istituzionale con il mondo del grana padano. Nella giornata di oggi è prevista la ratifica delle nomine dei nuovi consiglieri, tra i quali non figura Alessandro Bezzi, che procederanno poi alla tanto attesa elezione. Questi i passi previsti per l’insediamento della nuova governance. Ma sono diverse le novità che si preannunciano con la nuova gestione e, per certi versi, davvero rivoluzionarie. L’elezione di Bertinelli rappresenterebbe, senza dubbio, una sonora sconfitta per il mondo cooperativo, allineato in modo unanime alla candidatura di Bezzi, Coldiretti in testa. E, per la prima volta, si tratterebbe quindi di un presidente dell’Ente di tutela del parmigiano non vicino al mondo cooperativo. Da quanto si apprende, inoltre, Bertinelli e i suoi starebbero pensando di modificare lo statuto, per restituire centralità ai produttori nell’elezione dei rappresentanti. Inoltre, tra gli obiettivi, c’è quello di una decisa politica di spending review rispetto alle spese consortili, che negli ultimi anni avrebbero raggiunto i dieci milioni di euro. Anche le attività di comunicazione e le strategie per l’export sarebbero oggetto dei dossier aperti sul tavolo di Bertinelli e del nuovo cda.