Patatine al prosecco, in Veneto centinaia di sequestri

Milano – Sequestrate, lunedì 14 ottobre, centinaia di confezioni di snack di “patatine al Prosecco” a marchio Pringles, in vendita in una catena di supermercati veneta. Le patatine, acquistate tramite una società olandese, utilizzavano senza autorizzazione il nome Prosecco e, peraltro, tra gli ingredienti principali indicavano ‘polvere di Prosecco’. Una sostanza sconosciuta e priva di qualsiasi riconoscimento da parte del Consorzio di tutela trevigiano. “I furti di identità non possono essere consentiti”. Così la Ministra Teresa Bellanova ha commentato l’accaduto. “Il sequestro – ha poi continuato – testimonia l’impegno forte del Ministero e dell’Icqrf, la nostra Autorità per la lotta alle frodi e la tutela della qualità, nel combattere l’usurpazione di nomi protetti italiani. Azione che avviene sia in Italia, dove esiste una legislazione organica a tutela delle indicazioni geografiche, sia all’estero e sul web”.