Prodotti avicoli: a maggio, la domanda domestica è cresciuta del 4,6%

Roma – I prodotti avicoli trainano la domanda domestica di carni e gli elaborati freschi offrono agli italiani una soluzione economica ai loro acquisti alimentari.
A maggio, infatti, la domanda di carni avicole, in termini di volume, è risultata positiva: +4,6% rispetto allo stesso mese del 2011. Lo rivelano i risultati dei dati elaborati mensilmente da Ismea per Avitalia. Che evidenziano un incremento del segmento del fresco con consumi in crescita sia delle carni avicole naturali (+2,3%) che di quelle elaborate (+12,7).
Sul fronte delle carni elaborate, si segnalata la considerevole crescita degli acquisti dei prodotti della III gamma: a fronte, infatti, di una sostanziale stabilità di prezzo, il valore degli acquisti domestici è aumentato del +19,5% rispetto a maggio 2011. In particolare, il confronto maggio 2012/maggio 2011, fa registrare un +16% per gli hamburger, + 19,2% involtini e un significativo +183,1% per i rollè. Più contenuto l’incremento degli acquisti dei prodotti di IV gamma (+8,3%) trainati in particolare dai cordon bleu. (ML)


ARTICOLI CORRELATI