SPECIALE WORLD OF FOOD BEIJING
Emilio Facchin (Il Vecchio forno artigiano): “I primi riscontri dalla manifestazione sono molto positivi”

Pechino (Cina) – Il Vecchio forno artigiano è un’azienda profondamente vocata all’export: “L’incidenza delle vendite oltre confine si attesta intorno al 70%”, afferma Emilio Facchin, titolare. “Siamo presenti soprattutto in Europa e America del Nord, ma anche in Asia, in particolare in Giappone e Singapore”. World of food Beijing non è la prima esperienza fieristica nel Paese: “Abbiamo già partecipato a una manifestazione circa sette anni fa, con risultati modesti. Ora ci riproviamo e i primi riscontri sono positivi”. Alcune referenze per noi ben poco innovative, destano invece la curiosità dei cinesi: “Sembra guardino con grande interesse alle fette biscottate. Sappiamo che piace molto anche il panettone, che in Cina si consuma un po’ tutto l’anno e che riconoscono come prodotto italiano”. Per un’azienda, come Il Vecchio forno artigiano, specializzata in questo dolce da ricorrenza, potenzialmente è sempre Natale.


ARTICOLI CORRELATI