SPECIALE WORLD OF FOOD BEIJING
Thomas Rosolia (Ad Koelnmesse Italia): “Un inizio superiore alle aspettative”

Pechino (Cina) – “Una fiera cominciata con il piede giusto, con una buona affluenza, che credo supererà le nostre aspettative”, dichiara Thomas Rosolia (nella foto), amministratore delegato di Koelnmesse Italia, poche ore dopo l’inaugurazione della prima edizione di World of food Beijing, in scena nella capitale cinese da oggi fino al 28 novembre. Un appuntamento che nasce dalla collaborazione con Federalimentare e Cibus: “Una partnership che si rinnova, nel mercato asiatico, dopo la positiva esperienza di Thaifex (l’evento fieristico in scena a Bangkok, ndr). Importante anche il supporto di Ice, per l’incoming dei buyer e per la promozione dell’area italiana”. La manifestazione incontra un mercato profondamente maturato negli ultimi anni: “La Cina è ormai pronta al food italiano, soprattutto nelle grandi città, dove il consumatore di fascia medio alta è particolarmente interessato alla qualità e alla salubrità del nostro prodotto. L’area di Pechino e più in generale il nord del Paese, inoltre, offrono ampi margini di crescita, con un mercato di oltre 200 milioni di consumatori. La nostra presenza qui risulta strategica, dal momento che mancava una fiera di riferimento per il settore alimentare in quest’area del Paese”. Grande attenzione è stata rivolta all’incontro con i retailer locali: “Bisogna promuovere una cultura del prodotto italiano presso gli operatori specializzati. In collaborazione con Cibus, abbiamo promosso un programma di Store check, in quattro grandi catene distributive locali, durante i quali le aziende potranno avere un contatto diretto con gli store manager, per comprendere al meglio come rapportarsi con il mercato e come presentare e posizionare il prodotto”.


ARTICOLI CORRELATI