Tetra Pak multata dall’Antitrust cinese per abuso di posizione dominante

Shanghai (Cina) – Il governo cinese ha condannato Tetra Pak, colosso svedese del packaging, a pagare una multa di 668 milioni di yuan (equivalenti a circa 90 milioni di euro) per abuso di posizione dominante relativo ad alcune attività svolte tra il 2009 e il 2013. In particolare, la multinazionale svedese sarebbe stata accusata di aver infranto le leggi anti monopolio in vigore nel Paese per incentivare l’acquisto dei propri prodotti e servizi, oltre a fare pressioni sui propri fornitori affinché non vendessero le materie prime ai competitor. “Siamo molto delusi di questa decisione, ma abbiamo deciso di accettarla e non presentare ricorso”, ha fatto sapere l’azienda, spiegando anche che dopo l’introduzione della legge anti monopolio in Cina, nel 2008, Tetra Pak era convinta di aver adeguato “con successo” le sue pratiche alle nuove disposizioni.


ARTICOLI CORRELATI