Tracciabilità univoca delle vaschette di preaffettato per il San Daniele Dop

San Daniele Del Friuli (Ud) – Il Consorzio del prosciutto di San Daniele Dop avvia il progetto di tracciabilità sulla filiera del prosciutto crudo, con l’obiettivo di digitalizzare tutta la documentazione cartacea esistente ma anche di offrire trasparenza ai consumatori. L’iniziativa, portata avanti in collaborazione con Ifcq Certificazioni e con il software realizzato dalla Beantech di Udine, costituisce un primo passo verso una certificazione blockchain della filiera italiana dei suini per i prosciutti Dop. Il sistema ha una duplice valenza: da un lato, consente agli operatori l’accesso esclusivo a tutta la documentazione relativa alla Dop tramite il sito web portale.prosciuttosandaniele.it. Dall’altro, tramite lettura di un codice Qr stampato sulle vaschette di prosciutto affettato, il consumatore approda su un’apposita pagina web del sito www.ilsandanieletrasparente.it, dove troverà informazioni relative a conferma di autenticità, data di affettamento, ingredienti, dettagli sui produttori, ecc. Ad oggi, sono 16 le linee di affettamento coinvolte nel programma e per la cui messa a regime è stato necessario l’acquisto di macchinari tipici dell’Industry 4.0. Con la collaborazione del consorzio, il valore complessivo dell’investimento, iniziato nel 2016, supera i 600mila euro.

In foto da sinistra: Giuseppe Villani e Mario Cichetti, rispettivamente Presidente e Direttore Consorzio del Prosciutto di San Daniele Dop


ARTICOLI CORRELATI