Trump riabilita hamburger e patatine nelle mense scolastiche

Washington (Stati Uniti) – Inversione di marcia di Donald Trump sull’alimentazione dei ragazzi: nelle mense americane tornano hamburger e patatine. “Maggiore flessibilità per le mense scolastiche, più gusto e meno sprechi. I distretti scolastici continuano a dirci che c’è molto cibo buttato e nasce l’esigenza di pasti nutrienti ma anche più appetitosi”, così l’amministrazione Trump giustifica la scelta di smantellare la riforma ‘The healthy, hunger-free kids act’, promossa dall’ex First Lady Michelle Obama. L’iniziativa puntava a promuovere un’alimentazione salutare per circa 30 milioni di bambini in 99mila istituti scolastici. Il piano teneva conto della necessità di offrire un sostegno concreto ai meno abbienti, promuovendo l’educazione alimentare, puntando alla riduzione di cibi ipercalorici, ricchi di grassi saturi e sodio nella dieta dei ragazzi. La mossa del presidente Trump, invece, permette alle scuole di fissare con flessibilità i menu, riabilitando le merendine, i burger, le patatine fritte e altri prodotti industriali confezionati. Nonostante le statistiche mostrano che l’obesità è dilagante negli Stati Uniti, soprattutto tra la popolazione più povera.


ARTICOLI CORRELATI