Ue, richiamo all’Italia sull’indicazione d’origine in etichetta: abolire le leggi in materia

Bruxelles – La battaglia sull’indicazione d’origine in etichetta e le iniziative legislative in merito rischiano di costare care all’Italia. Secondo quanto pubblicato da Italia Oggi, infatti, il 13 aprile l’Ue ha invitato il governo ad abrogare, entro 30 giorni, le norme italiane che stabiliscono la definizione di “luogo di origine” nell’etichettatura dei prodotti alimentari, in particolare trasformati, allineandole alla normativa Ue. Resta sul tavolo, in caso di mancato rispetto delle indicazioni europee, l’apertura di una procedura d’infrazione, in particolare riguardo alla conformità delle leggi 4/2011, di cui ancora mancano i decreti applicativi, e 350/2003 con la nuova disciplina europea in materia di etichettatura (1169/2011).


ARTICOLI CORRELATI