Vaniglia: prezzi alle stelle. In crisi l’industria mondiale del gelato

Antananarivo (Madagascar) – In seguito ai danni provocati da un ciclone che si è abbattuto sul Madagascar lo scorso marzo, il prezzo della vaniglia ha toccato per la prima volta l’esorbitante cifra di 600 dollari al chilo. Le principali aziende produttive e catene di gelaterie in tutto il mondo sono state quindi costrette a rivedere al rialzo il prezzo dei propri gelati realizzati con i preziosi baccelli. E in alcuni casi – vedi la catena londinese Oddono – hanno addirittura dovuto eliminare temporaneamente il gusto vaniglia dalla loro offerta. Proviene infatti dal Madagascar circa l’80% della vaniglia utilizzata nel mondo.