Vendemmia a +7%, buona anche la qualità

Roma – Una produzione di quasi 45 milioni di ettolitri, in crescita del 7% rispetto alla precedente, anche se in ritardo di circa 15 giorni rispetto allo scorso anno. E un quadro tutto sommato omogeneo a livello nazionale. La presenza di forti grandinate ha influenzato l’andamento quantitativo di alcune zone, soprattutto nel Nord Italia, ma la quantità è risultata di poco al disotto della media. Queste le stime di Agrinsieme per la vendemmia in corso, condivise da Federvini e Uiv (Unione italiana vini), che da anni collabora con Ismea per l’elaborazione delle previsioni. Ne deriva un quadro conoscitivo dettagliato dell’andamento della campagna vitivinicola 2013/2014, con valutazioni molto accurate che sono state riportate in maniera congiunta in una riunione organizzata presso il ministero delle Politiche agricole.