Alaska Seafood, la qualità del salmone del Pacifico

Milano – E’ in occasione del Natale che Alaska Seafood, istituto a supporto del pescato proveniente dall’Alaska, promuove la grande qualità del salmone delle acque dell’Oceano Pacifico. Principe dei menu natalizi, quello proveniente dal Nord America è fra i più pregiati. Infatti, la denominazione ‘Salmone selvaggio dell’Alaska’ raggruppa cinque specie che nascono nelle acque dei suoi fiumi per poi trascorrere la loro vita adulta nel nord dell’Oceano Pacifico: reale, rosso, argentato, keta e rosa. Vivendo in acque fresche e pulitissime e alimentandosi con plancton e piccoli crostacei incontaminati, il salmone selvaggio dell’Alaska, naturale e sostenibile, si caratterizza per la consistenza delle sue carni, sode e magre, e per il sapore di mare. In questo periodo dell’anno, il salmone dell’Alaska è reperibile solo surgelato, poiché le regolamentazioni dello Stato impongono che possa essere pescato solo da giugno a ottobre. In alternativa, è disponibile anche affumicato.


ARTICOLI CORRELATI