Anas: numeri in calo per la suinicoltura italiana. Cresce l’import

2015-01-21T10:32:06+02:0021 Gennaio 2015 - 10:32|Categorie: Salumi|Tag: , , |

Roma – È stato diffuso da Anas (Associazione nazionale allevatori suini), il bilancio provvisorio 2014, per la suinicoltura italiana. Cala del 3,4% rispetto al 2013 il numero dei suini grassi presenti sul territorio. Complessivamente la consistenza suinicola si attesta a poco meno di 11,5 milioni di capi. Contrazione più contenuta per il circuito Dop (-1,6%), con un numero complessivo d’animali di poco inferiore agli 8 milioni di capi. Diminuisce del 2,3% anche il numero delle macellazioni. In aumento, invece, l’import di suini, con incrementi del 24,1%, pari a un peso complessivo di 40.595 tonnellate. In questo contesto il tasso di auto approvvigionamento è al 61,4%, in calo del 5,7% rispetto al 2013. Complessivamente, l’export segna una leggera flessione a volume (-1,7%, per un totale di circa 360mila tonnellate), ma un progresso a valore del 5,9%, per un giro d’affari stimato intorno a 1,474 miliardi di euro.

Torna in cima