Cibus si terrà a metà giugno o all’inizio di settembre

2021-01-13T10:31:37+01:0013 Gennaio 2021 - 10:31|Categorie: Fiere, in evidenza|Tag: , |

Parma – Cibus, fiera internazionale dedicata al food&beverage, ha deciso di confermare l’edizione 2021 spostandola però più avanti. Inizialmente prevista dal 4 al 7 maggio, la rassegna organizzata da Fiere di Parma ha avviato a fine 2020 due sondaggi: uno su un campione rappresentativo degli espositori di tutti i settori alimentari, l’altro su un panel di 1.500 buyer nazionali ed esteri. Le possibilità sono due: la terza settimana di giugno, prima di Vinitaly di Verona, oppure agli inizi di settembre, prima del Salone del Mobile a Milano. La scelta finale terrà conto dell’andamento dei contagi e della campagna di vaccinazione. Fiere di Parma e Federalimentare, in accordo con Ice-Agenzia e i principali attori della filiera agroalimentare, faranno sapere a breve la data definitiva. Per ora, fonti solitamente bene informate indicano che la preferenza di espositori e buyer sarebbe più per settembre che per giugno. Dalla manifestazione fanno sapere che il 95% delle 3mila aziende che avevano prenotato lo stand per Cibus 2020, poi cancellata, ha confermato la propria presenza. Per l’incoming dei buyer esteri è previsto un budget di oltre 3 milioni di euro.

 

Torna in cima