Consorzio del melone mantovano Igp: aumentati i costi di produzione (+35%), ma i prezzi hanno tenuto. I progetti per il 2023

2022-11-03T10:12:08+01:003 Novembre 2022 - 10:12|Categorie: Ortofrutta|Tag: , |

Mantova – Il consorzio del melone mantovano Igp fa il bilancio del 2022. Il presidente Mauro Aguzzi spiega: “Abbiamo fatto tesoro di quanto avvenuto nel 2021, quando è stata registrata una sovrabbondanza di prodotto che ha determinato un eccessivo abbassamento dei prezzi. Abbiamo infatti programmato, già alla vigilia della nuova stagione, una riduzione degli ettari. Il risultato, ampiamente atteso, ha visto quindi una produzione inferiore di circa mille tonnellate rispetto allo scorso anno. I quantitativi commercializzati ammontano a 8.500-9.000 tonnellate”. I costi di produzione sono aumentati del 30-35%, ma i prezzi hanno tenuto. Il caldo estivo ha favorito le angurie, ma le alte temperature hanno aiutato anche a produrre meloni di qualità e a mantenere una maggiore sanità a livello vegetativo.

Un ruolo importante lo ha giocato la comunicazione. C’è l’intenzione di riproporre, per il 2023, lo spot televisivo che ha esordito nel 2022. Inoltre, il Consorzio ha aderito al format di ‘Spettacoli alla frutta’, road show itinerante promossa da 17 aziende del settore ortofrutta, con l’obiettivo di promuovere la salute a tavola. Cresciute le community di oltre 5mila fan su Facebook e Instagram, e le interazioni sono più che raddoppiate rispetto al 2021, anche grazie al coinvolgimento di alcuni influencer.

Torna in cima