Francia, ‘Natale senza Amazon’: la petizione a favore dei piccoli negozi

2020-11-18T14:39:46+01:0018 Novembre 2020 - 14:37|Categorie: Mercato, Retail|Tag: , |

Parigi (Francia) – “Caro Babbo Natale, quest’anno prendiamo l’impegno di un Natale senza Amazon”. Comincia così la petizione #NoelSansAmazon lanciata da decine di personalità francesi, tra cui il sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, contro lo strapotere del colosso e-commerce. Duri i toni utilizzati nel documento: “Ci impegniamo a non comprare alcun regalo su questa piattaforma. Faremo a meno di questa impresa predatrice di posti di lavoro, di commercio, di terre, di aiuti pubblici, utilizzatrice di infrastrutture pubbliche senza partecipare al loro finanziamento”. Obiettivo dell’iniziativa sono leggi che “mettano fine alla concorrenza sleale e all’ingiustizia fiscale, che puniscano i ‘banditi del digitale’ che abusano dei nostri dati personali, che siano utili alla nostra economia piuttosto che accrescere ancora la fortuna già assurda di Jeff Bezos”. In risposta alle accuse si è espresso il presidente di Amazon France Logistique, Ronan Bolé: “Amazon non è il vincente di questa crisi, come lo si vuole spesso rappresentare. In Francia non rappresenta che il 2% del commercio al dettaglio. Paghiamo in Francia tutte le tasse dovute […]. Cerchiamo già di aiutare i commercianti nella loro transizione verso il digitale, ma se una nuova tassa dovesse arrivare, la pagheremo”.

Torna in cima