Gdo: crescono i ricavi dei fornitori medio-piccoli

2019-02-01T12:22:29+01:001 Febbraio 2019 - 12:22|Categorie: Retail|Tag: , , , , |

Milano – L’ultima analisi di Iri sul canale Gd-Do fotografa un contesto in cui le aziende medio-piccole interpretano meglio di altre i cambiamenti in atto. Il trend emerge dal report sui ricavi dei 25 principali gruppi del Largo consumo confezionato, e testimonia anche la crescita dei prodotti a marchio del distributore. “Dal 2012 stiamo assistendo a una profonda trasformazione nella geografia del Largo consumo confezionato”, spiega Gianpaolo Costantino, consulente Iri. Il dato aggregato sulle 25 principali aziende fornitrici (con fatturato oltre 300 milioni di euro) segnala un calo dei ricavi del 4,5% nel periodo 2015-2018. Nell’ordine, troviamo sul podio Barilla, Ferrero e Lactlais. Numeri positivi per le aziende medio-piccole, che mettono a segno un +6,9% e per i prodotti a Marchio del distributore, in crescita del +3,6%. “Quello che emerge è una maggiore capacità delle aziende outsider e delle aziende della distribuzione, attraverso i loro marchi privati, di intercettare in questi anni i nuovi trend richiesti dai consumatori”, nota Costantino. Il riferimento, in particolare, è ai prodotti locali, biologici, salutistici. La grande industria, invece, ha utilizzato soprattutto la leva promozionale.  

Torna in cima