Granarolo: dieci nuovi impianti di biometano entro il 2025

Bologna – Granarolo investe sul biometano. Il gruppo del lattiero caseario ha lanciato, insieme alla Confederazione dei bieticoltori (Cgbi), il progetto ‘Biometano di filiera’. Realizzerà, nell’arco di tre anni, dieci nuovi impianti di biometano in Emilia-Romagna, Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Puglia per ottenere energia pulita, ridurre i costi di trasformazione del latte e produrre fertilizzanti. L’obiettivo è di produrre, entro il 2025, 30 milioni di metri cubi di biometano agricolo all’anno, evitando l’emissione in atmosfera di 60mila tonnellate di anidride carbonica. Si punta, inoltre, a mettere sul mercato circa 500mila tonnellate all’anno di fertilizzante rinnovabile o ‘digestato’, cioè ciò che rimane dal processo di produzione del biometano stesso. L’investimento totale è di 70 milioni di euro, in parte finanziato con i fondi del Pnrr.

 

Rimani aggiornato sulle ultime novità del settore lattiero caseario!

Torna in cima