Mutti (Centromarca): “Rischio desertificazione per l’industria”

2022-10-06T10:06:44+01:006 Ottobre 2022 - 10:06|Categorie: in evidenza, Mercato|Tag: , |

Milano – Nel corso della 31esima edizione degli incontri fra industria e distribuzione, il presidente di Centromarca Francesco Mutti ha parlato del rischio di “desertificazione industriale”. Mutti, Ad dell’omonima azienda conserviera, spiega al Corriere che l’industria è sotto assedio su tre fronti: ci sono filiere che entrano in difficoltà per i costi dell’energia; altre filiere tengono ma i loro prodotti hanno difficoltà a essere venduti nel mondo: “A breve saranno fuori mercato perchè i concorrenti americani e asiatici propongono listini più bassi anche del 30% visto che a casa loro l’energia costa meno”. Infine c’è l’emergenza liquidità legata all’aumento delle materie prime e alle difficoltà a scaricare gli incrementi sul prezzo finale, con le banche che non ritengono l’industria maggiormente “meritevole di credito”. I surgelati, i comparti che usano gli oli come materie prime e la filiera del pomodoro sono i comparti più sotto stress, sempre secondo Mutti. Che propone al nuovo governo il taglio dell’Iva e la riduzione del cuneo fiscale, ma anche un impegno a favore di un’Europa più coesa.

Torna in cima