Heineken: 46 esuberi nella sede centrale di Sesto San Giovanni. L’opposizione dei sindacati

2020-11-26T10:42:34+01:0026 Novembre 2020 - 10:42|Categorie: Beverage|Tag: , , , |

Sesto San Giovanni (Mi) – Heineken annuncia 46 esuberi su 93 totali in tutta Italia tra i dipendenti della sede centrale di Sesto San Giovanni a causa della riorganizzazione del Gruppo a livello globale. Gennaro De Falco, segretario della Fai Cisl di Milano, ha ribadito: “È una scelta inaccettabile, che le organizzazioni sindacali non potranno mai condividere”. Venerdì 24 novembre si è infatti tenuto l’incontro fra le segreterie nazionali di Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil insieme al Coordinamento nazionale delle Rsu e alle segreterie territoriali con il Gruppo Heineken Italia. Da qui la richiesta da parte dei sindacati di un blocco dei licenziamenti e la salda intenzione di individuare soluzioni nel rispetto e nella tutela di lavoratori e lavoratrici. Il prossimo incontro tra le parti è previsto il 3 dicembre. Una vicenda spiacevole per la multinazionale olandese che, solo lo scorso ottobre, si era guadagnata la prima posizione nella classifica delle migliori aziende italiane in cui lavorare (Italy’s best employers 2021) secondo il sondaggio condotto tra i lavoratori dipendenti realizzato da Statista.

Torna in cima