I dati Anas su import-export di suini nel primo semestre dell’anno

Roma – Nei primi sei mesi del 2018, secondo le elaborazioni dell’Associazione nazionale allevatori suini, l’Italia ha importato suini vivi per un valore di 51,7 milioni di euro e per 32.244 tonnellate. Sono soprattutto animali di peso superiore a 50 Kg: oltre due terzi del totale in volume, con 21.627 tonnellate, e un valore di quasi 26,9 milioni di euro. In valore, l’import italiano rispetto allo stesso periodo dello scorso anno è in calo del -13,3%. Per i suini inferiori a 50 Kg, il trend segna un lieve incremento (+1,3%), mentre si registra un calo vistoso per l’import di suini superiori a 50 Kg: -23,5%. Leggero calo sulla quantità (-1,3%), con una sostanziale differenza per i suini di diverso peso. Quelli che pesano meno di 50 Kg segnano un + 24,1%, e quelli con un peso superiore calano del 9,9%. Per quanto riguarda l’export di carni suine, Anas segnala l’ottimo risultato delle cosce fresche (+47,2% in volume e +13,6% in valore) e dei prosciutti con osso (+76,2% in volume e +12,4% in valore).


ARTICOLI CORRELATI