Il discount ha una grande anima meridionale. Fattura al mq, oramai, come i supermercati

2022-10-03T17:21:46+01:003 Ottobre 2022 - 17:21|Categorie: Il Graffio, in evidenza, Retail|Tag: |

Di Luigi Rubinelli

Discount di qui e discount di là… Al di là delle chiacchiere è meglio ragionare sui numeri e sugli attori di questa tipologia che, fortunatamente nelle statistiche viene tenuta distinta dagli altri canali di vendita della Gdo.

Ormai le persone parlano di insegne (‘Vado all’Esselunga o vado alla Coop o vado all’Eurospin’), non distinguono il canale di vendita, magari metterebbero Eurospin nei supermercati, ma le differenze negli assortimenti, nei prezzi, nelle scale prezzi, nelle promozioni, tecnicamente ancora ci sono ed è utile allora tenerli divisi.

Possiamo dire, scorrendo le tabelle qui sotto che:

  • il discount è un fenomeno soprattutto del meridione d’Italia,
  • il dato regionale e soprattutto la differenza fra numerica dei punti di vendita e quota di mercato non è omogenea come sembrerebbe ad un primo sguardo
  • nelle regioni del Nord la loro crescita è costante ma diverse insegne oppongono una forte resistenza alla loro penetrazione,
  • le differenze fra il leader, Eurospin, e il primo follower, Lidl risiedono soprattutto nella composizione delle reti, perché Eurospin ha una forte incidenza dell’affiliazione, mentre il ricorso al franchising di Lidl è nullo,
  • le prime cinque insegne si spartiscono il 90% delle quote di mercato, per questo si può parlare di un canale molto concentrato, soprattutto rispetto alla Gdo, dove i primi cinque gruppi arrivano al 55% di concentrazione,
  • nelle vendite per mq Lidl supera Eurospin e questo, forse, dipende proprio dalla composizione della rete,
  • nel Roi è da segnalare il dato di MD, anch’esso ha una buona parte della rete in franchising,
  • nel 2007 il discount aveva una quota di mercato del 9,5%, oggi è del 21,7%,
  • tutti i valori espressi nelle tabelle qui sotto cambiano e non di poco ogni anno,
  • Aldi si conferma un diesel, ma è a buon punto,
  • i bilanci di sostenibilità dei discounter (soprattutto di Lidl e Aldi) sono migliori e meno green washing dei retailer della Gdo (esclusa Esselunga, ovviamente, che ha il miglior bilancio di sostenibilità italiano).

 

Come si sviluppa il discount nelle diverse regioni

                                           Numerica, %       Quota di mkt, %

Sicilia                                          21,4                     35,1

Sardegna                                     20,5                    34,7

Puglia                                          22,3                     33,1

Molise                                         22,4                     31,6

Abruzzo                                       23,3                    29,8

Basilicata                                    21,1                     29,4

Umbria                                        18,3                     27,0

Calabria                                       13,2                     25,6

FV Giulia                                     25,8                    24,5

Marche                                        12,3                     23,5

Liguria                                         25,2                    22,9

Lazio                                            24,5                    22,6

Piemonte                                    25,4                     20,8

Campania                                    10,7                     20,6

Alto Adige                                   13,9                     20,6

Veneto                                        26,6                     19,8

Emilia Romagna                       22,8                    17,6

Lombardia                                   27,2                    17,2

Toscana                                       21,8                     15,0

Valle d’Aosta                               11,4                     9,6

 

Quota di mercato, %                  2007                    2021

Discount                                      9,5                       21,7

Eurospin                                           –                      31,1

Lidl                                                   –                      22,3

MD                                                   –                      15,5

Penny                                               –                      5,9

In’s (Pam)                                        –                      4,3

Todis                                                –                      4,1

DPiù                                                 –                      3,9

Aldi                                                  –                      2,7

Il discount ha una quota del 27% a valore e del 34% in volume

 

Roi,                                                  %

MD                                                   22,7

Eurospin                                           20,2

Lidl                                                   13,4

Nella media del discount i valori sono in aumento

 

Vendite al mq,                             euro

Lidl                                                   7.211

Eurospin                                           6.504

MD                                                   5.547

Media discount                                6.072

Media supermercati                        6.238

Nella media del discount i valori sono in aumento

 

Risultato netto,                         mio euro

Eurospin                                           1.137

Lidl                                                   480

MD                                                   215

 

La pressione promozionale

La pressione promozionale è simile alle superette, con 18,5%, in comparazione con i supermercati è ovviamente più bassa, questi ultimi sono a quota 25,8%.

 

Fonti: Mediobanca, NielsenIQ, IRi

Torna in cima