Investindustrial acquisisce il 63% di La Doria per 323 milioni di euro. Confermato Antonio Ferraioli nel ruolo di Ad

2021-10-29T09:48:35+02:0029 Ottobre 2021 - 09:42|Categorie: Grocery, in evidenza, Ortofrutta|Tag: , , , , |

Angri (Sa) – Investindustrial, fondo di investimento che fa capo al finanziere Andrea Bonomi, ha ufficialmente acquisito il 63,13% del capitale sociale di La Doria, come avevamo precedentemente annunciato (leggi qui). Il 27 ottobre scorso, in tarda serata, è stato infatti ufficializzato il cambio di maggioranza societaria all’interno del Gruppo attivo nella produzione di conserve e legumi. La quota di maggioranza precedentemente detenuta dalla famiglia Ferraioli passa ora ad Amalfi Holding, il cui capitale fa capo a Investindustrial. Il prezzo complessivo dell’operazione – che sarà pagato in un’unica soluzione al closing – è pari a 322,9 milioni di euro e valorizza ciascuna azione della società con un importo di 16,5 euro. Come riportato in un comunicato stampa ufficiale, si prevede che il closing possa avvenire entro la fine di gennaio 2022, periodo in cui entrerà in carica anche il nuovo Consiglio di amministrazione. In seguito alla notizia dell’ufficializzazione dell’acquisizione avvenuta lo scorso 27 ottobre, i precedenti membri del Consiglio di amministrazione hanno infatti rassegnato le proprie dimissioni per favorire, su richiesta degli azionisti di riferimento, un evento di liquidità a beneficio del mercato. Al termine della compravendita Amalfi Holding sarà tenuta a promuovere un’offerta pubblica di acquisto sulle restanti azioni La Doria al prezzo di 16,50 euro per ciascuna azione, operazione che comporterà un esborso ulteriore di oltre 300 milioni di euro. Alla chiusura dell’Offerta pubblica di acquisto, l’acquirente perseguirà poi il delisting delle azioni di La Doria dall’Euronext Star Milan. Da ultimo, Investindustrial ha sottoscritto un accordo di investimento con parte della famiglia Ferraioli, che continuerà a detenere una partecipazione di minoranza del 35%. In continuità con la precedente gestione, Antonio Ferraioli rimarrà alla guida del Gruppo in qualità di amministratore delegato.

 

Torna in cima