Le vendite al mq di iper+super versus discount tengono di più al Nord Italia che al Sud. Come mai?

2023-11-30T16:47:39+01:001 Dicembre 2023 - 08:30|Categorie: Il Graffio, in evidenza, Retail|Tag: , , , , |

Di Luigi Rubinelli

In un recente post su Linkedin, Mario Gasbarrino (Ad di Decò Italia) ha messo in risalto come nelle regioni meridionali d’Italia il fatturato per mq dei discount sia superiore a quello degli ipermercati e dei supermercati. È vero: i dati NielsenIQ parlano da soli.

La stessa cosa non accade nelle regioni settentrionali. Perché?

. perché la Gdo è nata in queste regioni molti anni prima che in quelle meridionali,

. i mq di iper+super per abitante nel Sud sono inferiori a quelli del Nord,

. perché il discount si è sviluppato negli ultimi anni soprattutto nel Sud con aperture a catena,

. perché nel Sud Italia i principali retailer ci sono in forma diversa che al Nord o addirittura non ci sono.

 

Potremmo elencare altre variabili.

Concentriamoci su tre regioni: Toscana, Lombardia e Veneto. La differenza in Toscana è di diverse migliaia di euro e la distanza fra Iper-super e discount è notevole anche in Lombardia e Veneto. Sono regioni dove storicamente il supermercato e il superstore e i leader della Gdo hanno prosperato.

Le vendite al mq sono il principale indicatore della vita di un punto di vendita.

La domanda che fa Mario Gasbarrino (che condividiamo) è: il sorpasso dei discount su iper+super è un trend di lungo periodo? Accelererà? Diminuirà?

Se la crisi economica e sociale (con buona pace dei cantori del Governo) dovesse perdurare, il discount ha buone chance di aumentare le sue quote e le vendite al mq (soprattutto Lidl) che ha già raggiunto il picco. Le persone con reddito basso o medio basso faranno vieppiù ricorso ai discount per ridurre il peso della spesa alimentare. Purtroppo non si vedono segnali di inversione di tendenza: la classe media sta perdendo peso, nonostante le rassicurazioni verbali del Governo, e questo vale anche per i redditi medio bassi.

I gruppi sociali più protetti (liberi professionisti, artigiani, affittuari di bagni, taxisti, molti commercianti e altri) possono tranquillamente dormire e acquistare: il loro reddito è garantito. Ma tutti gli altri?

Torna in cima