Lo chef Carmelo Chiaramonte arrestato per possesso di cannabis

Catania – Lo chef siciliano Carmelo Chiaramonte è stato arrestato dalle forze dell’ordine di Pedara, in provincia di Catania, con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Secondo i carabinieri, l’uomo sarebbe stato trovato, a Trecastagni (Ct), in possesso di due piante di marijuana alte due metri e mezzo, mezzo chilo di infiorescenze di canapa indiana ma anche vino, olive, caffè e tonno aromatizzati alla cannabis. Tramite il suo legale, Carmelo Chiaramonte si è dichiarato estraneo alle accuse. Si è quindi giustificato affermando di aver usato la cannabis per sperimentazioni personali e di essere un “consulente agroalimentare della cucina mediterranea del terzo millennio alla ricerca di nuovi gusti e aromi”. Ora agli arresti domiciliari, Chiaramonte è in attesa di processo.


ARTICOLI CORRELATI