Lombardia: le associazioni delle imprese contro il coprifuoco e la chiusura dei centri commerciali nel weekend

2020-10-20T17:26:34+01:0020 Ottobre 2020 - 17:26|Categorie: Mercato|Tag: , , |

Milano – Cncc, Confcommercio Lombardia, Confimprese e Fipe criticano duramente il provvedimento annunciato da Regione Lombardia che prevede la chiusura nei fine settimana degli spazi della media e grande distribuzione non alimentare, tra cui i centri commerciali. Nel mirino anche la chiusura anticipata alle 23 dei pubblici esercizi. “Il mondo del commercio non alimentare e della ristorazione è già stato messo a dura prova durante i mesi di lockdown”, si legge in una nota congiunta, “con gli esercizi chiusi e vendite azzerate che, alla situazione attuale, prevedono a fine anno una stima di perdite del fatturato ben superiori al 30%. Stime molto alte di perdita anche per i pubblici esercizi nell’ordine di decine di milioni di euro al mese”. Il coprifuoco serale non viene giudicata una soluzione adeguata, e “l’anticipo della chiusura rischia semplicemente di favorire code e assembramenti”. In sintesi, si legge sempre nella nota: “Affossare il retail significa affossare l’economia del Paese. Fermare l’attività nel fine settimana vuol dire mettere a repentaglio i fondamentali del mondo del commercio e concentrare i consumatori in cinque giorni su sette con conseguenze sulla sicurezza”.

Torna in cima