Nascerà a giugno la Federazione Uiv-Bio

2022-05-19T14:34:17+02:0019 Maggio 2022 - 14:34|Categorie: Bio, Vini|Tag: , , , |

Roma – A partire da giugno Unione italiana vini, in collaborazione con FederBio, attiverà una specifica Federazione legata alle imprese biologiche certificate (Uiv-Bio). “Parliamo di una ‘fase 2’ del protocollo di intesa già esistente tra le due organizzazioni, che si prefigge di ricercare dall’interno le dinamiche virtuose ma anche i possibili aspetti migliorativi del fenomeno bio nel mondo del vino, di collaborare con le istituzioni, di attivare specifici programmi di promozione”, ha spiegato Lamberto Frascobaldi, presidente di Uiv dopo l’incontro con Maria Grazia Mammuccini, presidente di FederBio. Le due associazioni intendono rilanciare e proseguire il percorso di sviluppo in favore di un sistema di qualità regolamentato a livello Ue che da tempo rappresenta una opportunità per la viticoltura italiana sul mercato interno e internazionale. La pratica biologica oggi incide per il 17,5% sul vigneto Italia, con una superficie di circa 120 mila ettari coltivati. “Il vino biologico rappresenta un’opportunità per la viticoltura italiana sui mercati, sempre più attenti alla sostenibilità, soprattutto in un contesto più generale di forte crescita delle esportazioni di prodotti biologici Made in Italy”, commenta Mammuccini.

Torna in cima