Pernigotti: salvi i posti di lavoro. L’azienda rilancia e investe 4 milioni sugli stabilimenti di Novi Ligure e Milano

2021-07-06T08:34:25+01:005 Luglio 2021 - 15:09|Categorie: Dolci&Salati, in evidenza|

Novi ligure (Al) – A due anni dall’inizio della vertenza, è stata raggiunta l’intesa al tavolo del ministero dello Sviluppo Economico che ha scongiurato 90 licenziamenti dichiarati dalla Pernigotti. Per l’impresa piemontese è stata infatti prorogata di 12 mesi la cassa integrazione per riorganizzazione senza esuberi. Ad annunciarlo lo scorso 2 luglio la Fai Cisl al termine dell’incontro in videoconferenza tra rappresentanti dell’azienda dolciaria, delle organizzazioni sindacali, del ministero del Lavoro e del ministero Sviluppo Economico. Sul tavolo l’esame congiunto del piano di rilancio della Pernigotti, che prevede investimenti per oltre quattro milioni di euro orientati alla modernizzazione degli stabilimenti produttivi di Novi Ligure e Milano, con interventi strutturali che permetteranno di potenziare la produzione interna, rendendola continuativa e non più legata alla stagionalità. Fondamentale sarà poi la formazione dei lavoratori, indispensabile per una riqualificazione e crescita professionale. “Si tratta di un buon risultato, che prevede un piano di investimenti condiviso tra le parti che, anzitutto, continua a garantire i livelli occupazionali”, spiega il segretario generale Fai Cisl Alessandria-Asti Enzo Medicina. Che aggiunge: “La vertenza non è ancora chiusa, ma auspichiamo che questo percorso possa davvero traghettare definitivamente l’azienda fuori da questo lungo periodo di crisi”.

Torna in cima