Recensioni online false o pilotate: verso lo stop con la miniriforma del codice del consumo

2023-03-20T10:54:19+01:0020 Marzo 2023 - 10:54|Categorie: Mercato|Tag: , , , , |

Meda (Mb) – Stop alle recensioni online fasulle o pilotate di prodotti o servizi grazie a filtri ad hoc. E maggiore trasparenza sulle pubblicità nei risultati di ricerca in rete. Questi i tratti più significativi della miniriforma del codice del consumo (dlgs 206/2005), dovuta al decreto legislativo di recepimento della direttiva Ue 2019/2161. Approvato in via definitiva dal consiglio dei ministri il 23 febbraio scorso.

In tale contesto, “si inaspriscono anche le sanzioni contro scorrettezze commerciali e clausole vessatorie (massimo di 10 milioni di euro), con il riconoscimento al consumatore del diritto a chiedere i danni causati da comportamenti commerciali sleali”, come informa Italia Oggi. Stando alla miniriforma, il consumatore deve sapere in base a quale algoritmo, digitando una parola chiave online, un certo prodotto compare per primo. Su questa scia, è un inganno elencare risultati di una ricerca, senza che sia indicato quale di questi sia un annuncio pubblicitario a pagamento o, comunque, se sia stato pagato per ottenere una classificazione migliore dei prodotti all’interno dei risultati.

Quanto alle recensioni, l’operatore economico dovrà segnalare la presenza di filtri o sistemi di garanzia della genuinità delle recensioni. Di conseguenza, “è ingannevole indicare recensioni come genuine se non si usano filtri per escludere quelle fasulle”, riporta Italia Oggi. “È ingannevole usare, inserire o incaricare altri di inserire recensioni false”. L’obiettivo: verificare che le recensioni provengano da consumatori che effettivamente abbiano acquistato o utilizzato il prodotto.

 

Torna in cima