Soft drink, Pierini (Assobibe): “Necessario un intervento del Governo che traghetti i consumi”

2022-03-28T16:40:13+01:0028 Marzo 2022 - 16:40|Categorie: Beverage|Tag: , , , |

Rimini – “Il 2022, che avrebbe dovuto segnare la ripresa per tutta la filiera del consumo fuori casa, si prospetta ancora pieno di incertezze alla luce della difficile congiuntura attuale, cui si sommano i rincari delle materie prime e dell’energia”. Con queste parole Giangiacomo Pierini (in foto), presidente di Assobibe, è intervenuto oggi durante l’11esima edizione dell’International Horeca Meeting, organizzato da Italgrob al Rimini Expo Centre. A margine dell’evento, analizzando i dati contenuti nel Rapporto Censis sulla distribuzione Horeca in epoca post Covid, il presidente dell’Associazione ha dichiarato: “Scontiamo ancora l’annus horribilis dei lockdown e delle restrizioni più severe, che si era chiuso con un -40% rispetto al 2019. Secondo le nostre rilevazioni, nel canale Horeca il comparto ha recuperato solo una parte rispetto al periodo pre-pandemico: per alcuni prodotti il 2021 ha segnato ancora un -24% rispetto al 2019”. In particolare, cole ed energy drink hanno registrato performance negative nell’Horeca (tra -23% e -25%), penalizzati da minori occasioni di pasti fuori casa e dal persistere delle chiusure del canale notturno. Meno drammatici, ma pur sempre negativi, i dati nel canale moderno, dove le bevande gassate hanno messo a segno una performance piatta rispetto al 2019 e un -1% sul 2020, con aranciate e gazzose che registrano da -5% a -11%. Fiduciosi in una ripresa nel 2022, continua Pierini, il comparto è stato invece colpito dal caro bollette e dall’impennata del costo delle materie prime. “In questo contesto, rilanciare i consumi fuori casa è vitale per i nostri settori, anche attraverso la riduzione del cuneo fiscale e la cancellazione delle nuove tasse previste tra pochi mesi. […] Confidiamo in un intervento deciso da parte del Governo, anche attraverso una riduzione temporanea dell’Iva sugli alimenti, che traghetti i consumi in questa fase fortemente inflattiva, sostenga la crescita economica e supporti le aziende al fine di poter superare al meglio le incertezze che stanno caratterizzando questo periodo”.

Torna in cima