Cig in deroga e aiuti a fondo perduto: le richieste dei ristoratori

Roma – Lino Enrico Stoppani, presidente Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi), e il premier Conte si sono incontrati ieri mattina. Presente anche Paolo Capurro , presidente dell’Associazione nazionale banqueting e catering (Anbc), che conta 2mila imprese e 100mila addetti, per un giro d’affari di 2,2 miliardi di euro. Sul tavolo: le richieste dei ristoratori, che vivono l’incertezza dell’inasprimento delle misure anti-Covid che interesseranno il settore. Sono a rischio almeno 50mila aziende e 300mila posti di lavoro. Stoppani ha chiesto al premier contributi a fondo perduto per bar e ristoranti in funzione della perdita di fatturato. Ha inoltre fatto richiesta di prorogare il Fondo d’integrazione salariale e della Cig fino al termine della crisi.


ARTICOLI CORRELATI