Cotarella (Assoenologi): “Stop ai trionfalismi, i vini italiani sono sottodimensionati”

Roma – Riccardo Cotarella, presidente Assoenologi, in un’intervista pubblicata sul numero odierno di ItaliaOggi alza la voce su redditività e prezzi. “Spesso ci esaltiamo per certi traguardi raggiunti […]. Ma questo non deve generare illusioni sulla situazione reale”, evidenzia parlando del sistema vino italiano. “È vero: produciamo più vino al mondo, ma con un valore nettamente più basso di quello francese. […] Ancora non valorizziamo con il prezzo tutti gli aspetti culturali, di tradizione, di tipicità del nostro vino. […] Siamo il paese che esporta di più; ma questo perché, con i nostri prezzi bassi, vendiamo anche durante i periodi di crisi”. Poi conclude, domandando provvedimenti: “In termini economici, i nostri vini sono sottodimensionati rispetto ai valori reali che racchiudono. È davvero un grosso limite”.